I CIBI AFRODISIACI PER LUI E PER LEI – PARTE I

I CIBI AFRODISIACI PER LUI E PER LEI – PARTE I

Dopo anni di false dicerie e miti da sfatare, i risultati di diversi studi scientifici dimostrano che i cibi afrodisiaci esistono e un’alimentazione corretta aiuta ad avere una vita sessuale soddisfacente e aumenta la fertilità.

Di seguito, in rigoroso ordine alfabetico, la lista dei cibi che non possono mancare sulla tavola di coppia:
Aglio: il mito vuole che in passato veniva utilizzato per allontanare vampiri e streghe, invece l’aglio oltre ad essere usato nei secoli per curare di tutto, servito insieme a della pasta con salsa leggera stimola i desideri sessuali più piccanti.
Ananas: il succo di ananas è ricco di vitamina C e per questo è consigliato nei trattamenti omeopatici contro l’impotenza.  
Asparago: è uno dei cibi afrodisiaci per eccellenza, per coglierne in pieno tutte le sue proprietà va servito al proprio partner bollito o cotto a vapore. Addirittura la Vegetarian Society suggerisce alle coppie di mangiare asparagi per tre giorni in modo da avere un effetto maggiore.
Assafetida: la sua polvere molto utilizzata nella cucina asiatica, viene usata anche come stimolante sessuale nella medicina ayurvedica (medicina trazionale indiana). 
Avocado: nell’antichità questo frutto appeso in coppia sull’albero veniva chiamato dagli Aztechi Ahuacuatl, letteralmente “albero dei testicoli”. Il frutto per stimolare l’attività sessuale va servito con un pizzico di aceto balsamico e del pepe appena macinato. 
Banane: la sua forma fallica è in gran parte responsabile della sua popolarità come cibo afrodisiaco. In realtà le banane sono ricche degli elementi necessari per la produzione di ormoni sessuali, ossia potassio e vitamine del gruppo B. 
Basilico: a quanto pare questa pianta stimola il desiderio sessuale e aumenta la fertilità, producendo un senso di generale benessere per il corpo e la mente.
Broccoli: si ritiene che i semi macinati di varie piante della famiglia delle Brassicacee siano forti stimolanti per aumentare la virilità maschile. 
Caffè: tutti sanno che la caffeina è un noto stimolante, ma bisogna servirlo a piccole dosi, altrimenti rischi di portare alla depressione.
Carote: ricche di vitamine e beta-carotene sono considerate fin dall’antichità stimolanti per gli uomini.
Cioccolato: il “cibo degli dei” così lo chiamavano gli Aztechi. Il cioccolato contiene sostanze chimiche che secondo alcune ricerche pare che abbiano effetto sui neurotrasmettitori del cervello e una sostanza correlata alla caffeina e chiamata teobromina. Il cioccolato contiene più antiossidanti (enzimi di prevenzione del cancro) di quanti ne contenga il vino rosso per questo combinando i due alimenti si ottiene un’esperienza molto sensuale. 
Fichi: la tradizione ha sempre visto il fico come un forte stimolante per le donne anche grazie alla sua somiglianza agli organi sessuali femminili. A quanto pare in passato un uomo che apriva un fico e lo mangiava davanti alla sua amante emanava un potente segnale erotico. 
Finocchio: l’utilizzo del finocchio come cibo afrodisiaco risale al tempo degli antichi egizi, in seguito nel 1930 si è scoperto che è una fonte di estrogeni vegetali naturali. 
Lamponi e fragole: entrambi gli alimenti sono ricchi di vitamina C e fin da sempre sono stati visti come alimenti dall’alto tasso erotico.