SUCCO D’ANANAS SOSTITUISCE FARMACI IN OSPEDALE

SUCCO D’ANANAS SOSTITUISCE FARMACI IN OSPEDALE

Nell’ultimo anno il Policlinico Sant’Orsola di Bologna ha adottato il succo d’ananas in sostituzione del farmaco per le colangiografie, il doppio risultato è stato sorprendete: da un lato ci sono stati vantaggi per i pazienti, dall’altro sono stati risparmiati in un anno ben 14mila euro.

La colangiografia è l’esame radiologico utile a ispezionare le vie biliari, dal coledoco alla colecristi, in questi casi come mezzo di contrasto farmacologico viene fatto assumere ai pazienti un mix a base di ferro, metile e propile paraidrossibenzoato di sodio. Dopo vari studi si è constato che il succo d’ananas, non necessariamente pure al 100%, e il cocktail farmacologico hanno lo stesso medesimo effetto: eliminare l’opacità dei succhi gastrici duodenali che impediscono di visualizzare correttamente le vie biliari.
Ovviamente per i pazienti è più gradevole bere due bicchieri di succo d’ananas che una bibita farmacologica e per l’ospedale c’è un notevole vantaggio economico, infatti dai 14mila euro spesi per l’acquisto del mezzo di contrasto si è passati ai 380,00 euro per l’acquisto del succo.
Considerando i vantaggi anche altri centri stanno iniziando ad adottare il succo d’ananas e al Sant’Orsola hanno creato un team di professionisti per continuare a studiarne l’applicazione. Ecco un libro che illustra i sapori della salute dell’ananas:
Taggato con