I CIBI AFRODISIACI PER LUI E PER LEI – PARTE II

I CIBI AFRODISIACI PER LUI E PER LEI – PARTE II
Dopo aver pubblicato qualche giorno fa la prima parte della lista dei cibi afrodisiaci (clicca qui per leggere), accontentiamo i tanti utenti che ci hanno richiesto la seconda parte di questa attesa lista, pubblicando i restanti cibi utili a riaccendere la passione:
 
Liquirizia: utilizzata inizialmente dai cinesi per scopi medicinali, ha acquisito nel tempo il suo spazio fra i cibi afrodisiaci perchè particolarmente stimolante per la donna, infatti si dice che masticare pezzetti di radice di liquirizia aumenti la lussuria e la voglia di far l’amore.
 
Mandorla: altro stimolante per il sesso femminile, fin dall’antichità è considerato un simbolo di fertilità.
 
Miele: nel passato gli Egizi utilizzavano medicine a base di miele per curare la sterilità e l’impotenza. Nel Medioevo l’idromiele, una bevanda a base di miele, veniva offerta ai propri partner.
 
Noce moscata: le donne asiatiche la considerano un forte afrodisiaco, anche se non bisogna esagerare perchè in grosse quantità può avere effetti allucinogeni.
Ostriche: Giovenale già dal II secolo d.c. in una sua satira descriveva i modi di fare disinibiti delle donne dopo che avevano bevuto vino e mangiato ostriche. Gli antichi romani le consumavano come cibo afrodisiaco anche perchè la forma dell’ostrica richiama quella dei genitali femminili.
Pinoli: i pinoli sono ricchissimi di zinco, il minerale chiave per mantenere la potenza maschile.
 
Rucola: ritenuta un afrodisiaco dal I secolo d.C. Questo ingrediente viene combinato con pinoli e pistacchi.
Semi di anice: afrodisiaco molto popolare usato in tantissime ricette. Secondo i Greci e i Romani succhiare i semi di anice aumenta il desiderio di fare l’amore.
Semi di coriandolo: i semi di coriandolo sono conosciuti come stimolanti per l’appetito, inoltre nel libro de “Le mille e una notte” si racconta la storia di un mercante che dopo aver vissuto 40 anni senza figli è guarito dalla sua infertilità grazie ad un intruglio che conteneva coriandolo.
Senape: stimola le ghiandole sessuali per aumentare il desiderio.
 
Tartufi: il suo profumo muschiato stimola e rende sensibile la pelle al tocco.
Vaniglia: il profumo e il sapore di vaniglia aumenta la libido, in particolare se accompagnata da champagne.
Vino: rilassa e aiuta a stimolare i sensi, tuttavia l’alcol eccessivo rischia di aumentare la sensazione di sonnolenza, a differenza, una moderata quantità di vino si dice che risvegli i sensi.
Zenzero: la radice di zenzero stimola il sistema circolatorio e soffriggere con un po’ di zenzero grattugiato può rendere molto interessante il dopo pasto.