I VELENI BIANCHI CHE ASSUMIAMO QUOTIDIANAMENTE

I VELENI BIANCHI CHE ASSUMIAMO QUOTIDIANAMENTE
Esistono alcuni alimenti presenti quotidianamente nella nostra dieta che sono dannosi per il nostro organismo, essi vengono assunti senza la minima conoscenza del dosaggio massimo da poter consumare e quindi sono sconosciuti i potenti effetti collaterali.
Il sale è uno di questi alimenti. Una persona adulta in media nella sua alimentazione ha bisogno al massimo di 1 kg di sale all’anno, invece la media nei paesi industrializzati è di 10 kg all’anno. Questo alimento oltre ad essere presente nei condimenti, è anche molto utilizzato in prodotti di largo consumo come patatine, fritti, formaggi, salumi e snack vai.
L’assunzione eccessiva di sale nel lungo periodo comporta conseguenze molto negative sul nostro organismo:
pressione alta; insonnia; tic nervosi; cattiva digestione; perdita di calcio nelle ossa; stanchezza cronica.
 
La farina bianca è un altro alimento dannoso per il nostro copro, come spiega Barry Sears nel libro “La Zona”, il nostro corpo ancora non riesce a scomporre prodotti a base di farina bianca e per questo che quando assumiamo alimenti come pane, panini, pasta, grissini e brioche, andiamo a formare una massa glutinosa che si muove lentamente attraverso il sistema digerente causando sonnolenza e costipazione.
Dulcis in fundo c’è lo zucchero raffinato tra i veleni bianchi che consumiamo troppo e che fanno male. Per gli adulti non c’è nessuna necessità di assumere quantità extra di zucchero e il consumo eccessivo nel lungo periodo porta al Diabete.