STAMINA: BOCCIATA DAL MINISTERO

STAMINA: BOCCIATA DAL MINISTERO
“Non ci sono i presupposti per una sperimentazione”, questo è il verdetto conclusivo del comitato nominato dal Ministero della Salute con l’incarico di valutare la possibilità di riavviare uno studio clinico sul metodo a base di cellule staminali.
La bocciatura sembra definitiva, ma ricordiamo che anche il primo verdetto, emesso sempre da un gruppo di esperti, diede il due di picche alla sperimentazione, fu successivamente sconfessato dal Tar del Lazio.
La decisione era attesa da tempo sia dagli addetti ai lavori, sia dai bambini con malattie rare che aspettavano di poter riprendere la terapia. Vanoni, leader della fondazione Stamina, non si arrende nemmeno di fronte alla bocciatura unanime del gruppo di esperti guidato dall’ematologo Michele Baccarani e adesso è pronto a ricorrere nuovamente al Tar.
Intanto proprio su Vanoni e sul suo vice, il pediatra Marino Andolina, pesa la richiesta di rinvio a giudizio da parte della procura di Torino per truffa e associazione a delinquere. 
Taggato con