ALZHEIMER: TEST PER SCOPRIRLO 10 ANNI PRIMA

ALZHEIMER: TEST PER SCOPRIRLO 10 ANNI PRIMA
Dagli USA è in arrivo un nuovo tipo di analisi del sangue che permetterà di scoprire l’Alzheimer addirittura 10 anni prima della comparsa dei primi sintomi.
Questo nuovo test destinato a rivoluzionare la diagnosi e il trattamento del morbo è stato sviluppato nei laboratori dell’Istituto nazionale per l’invecchiamento Usa e mostrato per la prima volta alla Conferenza di Neuroscienza a Washington.
In fase di sperimentazione l’analisi ha già, con efficacia, dimostrato di distinguere i pazienti colpiti dalla patologia e quelli sani e secondo i ricercatori il test funziona grazie all’identificazione una singola proteina cerebrale, IRS-1, a quanto pare questa è difettosa nei malati di Alzheimer.
Dimitrios Kapogiannis, autore dello studio, ha spiegato: “I dati della ricerca però vanno ampliati, validati e confermati”.
Attualmente la sperimentazione è in corso nei laboratori dell’azienda di biotecnologie NanoSomyx ed è stata testata su un campione di 174 volontari (70 di questi con l’Alzheimer, 20 anziani con il diabete e 84 adulti sani).
I risultati mostrano che i soggetti con il morbo, anche guardando le analisi precedenti di 10 anni, misurano determinati livelli della proteina IRS-1, infatti si è osservato che i malati hanno il livello più alto di proteina “inattiva” ed il più basso di proteina “attiva” rispetto agli individui sani.
Alla luce di questo gli scienziati sono stati capace di capire guardando le analisi se il campione di sangue proveniva da un malato di Alzheimer o no.