CANCRO AL POLMONE: AUMENTANO I CASI TRA LE DONNE

CANCRO AL POLMONE: AUMENTANO I CASI TRA LE DONNE
L’Associazione italiana di oncologia medica (Aiom) in collaborazione dell’Associazione italiana registri tumori (Airtum) ha presentato in occasione del congresso nazionale Aiom il libro “I numeri del cancro in Italia 2014“.
Stefano Cascinu, presidente Aiom, spiega che “Il libro rappresenta una strumento fondamentale di aggiornamento sullo stato dell’oncologia del nostro Paese. La mortalità, in costante riduzione, è il più solido degli indicatori e dimostra che il nostro sistema sanitario è efficace: di cancro si muore sempre meno. Oggi nella Penisola 2 milioni e 900mila persone vivono con una precedente diagnosi di tumore. E nel 2020 saranno 4milioni e 500mila”.
I dati emersi dal volume indicano un netto calo delle morti causate dal cancro, in particolare nel ventennio che va dal 1996 al 2014 queste sono diminuite del 14% fra gli uomini e del 10% fra le donne. Da sottolineare però un punto allarmante dell’indagine, sono aumentati del 61% i casi di donne colpite da cancro al polmone.
Secondo gli esperti la causa principale di questo incremento è il fumo di sigaretta, infatti nel nostro paese ci sono ancora troppi fumatori e un terzo di questi è under 35.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});