DONNE, AUMENTANO LE LESIONI CAUSATE DAI TACCHI ALTI

DONNE, AUMENTANO LE LESIONI CAUSATE DAI TACCHI ALTI
I tacchi alti sono sempre di più croce e delizia per le donne italiane. Questo perchè se da un lato il tacco alto è sinonimo di raffinatezza, bellezza ed eleganza, dall’altra parte oltre ad essere “difficili da indossare” e nemmeno tanto comodi, provocano effetti indesiderati alle caviglie e alle ginocchia del gentil sesso.
Secondo un’indagine che sarà presentata ufficialmente il 25 novembre a Roma in occasione del 99° Congresso nazionale della Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia (SIOT), la crescita del 15% di interventi ai legamenti crociati del ginocchio e alle caviglie è causata proprio dai tacchi troppo alti delle donne.
Grazie a questi numeri l’Italia è uno dei primi paesi in Europa per operazioni in artroscopia e di conseguenza sale la spesa per il Servizio Sanitario nazionale, stimata oggi intorno al miliardo di euro per operazioni e ricoveri e oltre 750 milioni di euro per la riabilitazione.
Andrea Carpi, presidente del 99° Congresso SIOT, commenta: “Bello da vedere ma pericoloso per le donne, il tacco 12 è sempre più presente nelle vetrine dei negozi e all’origine di storte spesso molto pericolose. E’ la donna infatti ad essere più esposta a distorsioni alle caviglie, con un 70% a fronte del 30% degli uomini”.

Articoli Precedenti