MALATI SLA CONTRO RENZI

MALATI SLA CONTRO RENZI
Forte contestazione contro Matteo Renzi e il governo da parte dei malati di Sla e di altre patologie gravi che si sono ritrovati in via XX Settembre, a presidiare davanti al Ministero dell’Economia.
 
La richiesta dei manifestanti è: “Renzi basta docce gelate, un miliardo per il fondo per la non autosufficienza”. La protesta è stata causata dalla legge di Stabilità che ha ridotto il Fondo per la non autosufficienza da 350 a 250 milioni.
 
Mariangela Lamanna, vicepresidente del Comitato 16 novembre Onlus,
in qualità di rappresentante dei malati di gravi patologie che hanno protestato contro i tagli, spiega: “Siamo esseri umani, cittadini in condizioni particolari che vanno seguiti con dignità: dicendo che si troveranno i soldi, i 100 milioni, come ha detto il ministro Lorenzin, non ci fanno un favore, si tratta di diritti costituzionali che vanno applicati. Non basta una doccia gelata come gesto di solidarietà e bisogna inoltre considerare che la ricerca ha tempi molto lunghi intanto non si possono lasciar morire persone senza assistenza dignitosa”.
 
Biagio Padula, membro del comitato 16 novembre Onlus, rincara la dose: “Un miliardo e’ quello che ci vuole per poter accudire nella maniera migliore i disabili gravi e gravissimi”.
 
I manifestanti chiedono un incontro con i ministri di Salute, Welfare e Mef. Aiutaci a diffondere la loro protesta in modo che anche i malati di Sla e altre patologie gravi possano far sentire la loro voce.


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Taggato con