Odontoiatri deisivi ai fini della presidenza dell’Ordine di Caserta.

Odontoiatri deisivi ai fini della presidenza dell’Ordine di Caserta.

Domenico Papa al centro, a sinistra Salvatore Santonastaso e
a destra Giacomo Lupo Pulcino
Ordine Medici Caserta – Clamoroso! Bottiglieri finisce in minoranza. Si fortifica l’asse Bosco-Papa-Cesaro. Ma per la presidenza diventano decisive le mosse degli Odontoiatri.
Giochi aperti. Apertissimi. A poco più di sette giorni dalla conclusione dello spoglio che ha sancito la vittoria elettorale della lista di Maria Erminia Bottiglieri, le trattative per la nomina del nuovo presidente dell’Ordine dei Medici di Caserta sembrano essere giunte a una svolta. Domenico Papa e Francesco Cesaro, gli altri due aspiranti presidenti “battuti” dalla capofila di Ordinevoluzione, avrebbero infatti raggiunto un accordo a sorpresa con il neoconsigliere Ferdinando Bosco, eletto sì con la Bottiglieri, ma convintosi a cambiare schieramento in cambio, a quanto pare, della nomina a vicepresidente.
La mossa dell’ex assessore provinciale, qualora confermata, regalerebbe, di fatto, un consigliere in più (8) e dunque un voto aggiunto, all’asse Papa-Cesaro, diminuendo di un’unità (7) la forza consiliare della Bottiglieri, che si ritroverebbe improvvisamente in minoranza.
Una decisione, dunque, quella dell’ex sindaco di Casapulla, che promette di rivoluzionare radicalmente gli assetti del futuro parlamentino di via Bramante, ribaltando completamente il risultato delle urne.
Tuttavia, per sapere chi fra i due blocchi la spunterà, occorre ancora capire cosa faranno i due odontoiatri Pietro Paolo Scalzone e Pietro Nuzzo che pure hanno acquisito il diritto di sedere tra i banchi del Consiglio.
Giova ricordare, infatti – per i non addetti ai lavori – che l’assemblea direttiva dei “camici bianchi” di Terra di Lavoro è composta da 17 membri: 15 in rappresentanza dei medici chirurghi, due per gli odontoiatri. La maggioranza assoluta, pertanto, ammonta a 9 unità. Ecco perché diventa fondamentale comprendere come si schiereranno i due rappresentanti degli Odontoiatri: andranno con la Bottiglieri, così come pure si era vociferato in un primo momento, portando lo schieramento della dottoressa casertana a quota 10, oppure opteranno anche loro per il nuovo patto a tre Bosco-Papa-Cesaro, fortificando così quella che viene considerata un po’ da tutti l’area di riferimento dell’ex presidente Federico Iannicelli (a sua volta eletto nella lista di Cesaro)? Inutile ricordare come, in via Bramante, tutti gli occhi, in questo momento, siano puntati su di loro. Scalzone e Nuzzo nel gruppo del presidente uscente, oppure decideranno di traslocare, armi e bagagli, nella nuova (ex) maggioranza della Bottiglieri? La risposta si conoscerà solo nelle prossime ore ed è inutile ribadire in questa sede come molto dipenderà dalle cariche o dai mandati che saranno loro offerti dai rispettivi schieramenti in lizza.
Taggato con