Comunicato sanità Costiera Amalfitana . L’Ospedale di Ravello da considerare in zona disagiata

Comunicato sanità Costiera Amalfitana . L’Ospedale di Ravello da considerare in zona disagiata
In allegato lettera della Conferenza dei Sindaci per ribadire l’urgenza e l’’indifferibilità di dichiarare l’ospedale costa d’Amalfi, “Ospedale in zona Disagiata” come prevede la legge in territori disomogenei come il nostro che unisce in pochi chilometri la Montiera alla Costiera, con problematiche di dissesto idrogeologico ed una mobilità complessa.
 
 

C’è l’impegno massimo dell’intera conferenza dei sindaci che sta interloquendo con il Presidente della Regione On. Vincenzo De Luca, con il delegato alla Sanità, dott. Enrico Coscioni, e il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Ruggi D’Aragona Dott. Viggiani, per garantire in questo periodo di attesa tutti i servizi Sanitari primari all’ospedale Costa D’Amalfi, il Direttore dell’ospedale Costa D’Amalfi dott. De Caro, in stretta collaborazione con i medici stanno valutando di cooperare con i vertici dell’azienda per continuare ad assicurare anche dal primo gennaio il servizio Cardiologia , importante e rilevante per garantire i LEA.

 
Naturalmente siamo consapevoli che la soluzione definitiva è dichiarare l’ospedale Costa D’Amalfi “Ospedale in zona disagiata” e siamo in attesa che si insedi il sub commissario Joseph Polimeni per definire l’iter procedurale.

Rassicuriamo i cittadini della Costa D’Amalfi che coinvolgeremo tutti gli attori principali per poter nel più breve tempo possibile assicurare definitivamente una Sanità all’avanguardia in una terra d’Eccellenza.