IX Giornata mondiale della Consapevolezza sull’Autismo

IX Giornata mondiale della Consapevolezza sull’Autismo
Due milioni di euro ‘contro’ l’autismo e per finanziare misure concrete per la diagnosi precoce di questo grave disturbo che in Italia, secondo stime, colpisce tra 300mila e 500mila persone. Sono i fondi stanziati dal ministero della Salute a favore del Network Italiano per il riconoscimento precoce dei Disturbi dello Spettro Autistico (Nida) dell’Istituto superiore di sanità (Iss): soldi che serviranno a sostenere una serrata ‘tabella di marcia’ per la ricerca e l’assistenza nel prossimo triennio e che arrivano a pochi giorni dalla IX Giornata mondiale della Consapevolezza sull’Autismo, che si celebrerà il 2 aprile. 
”Abbiamo appena ricevuto un finanziamento di 2 milioni dal ministero – annuncia la responsabile del Nida, Maria Luisa Scattone – grazie al quale si allarga il Network sul territorio nazionale”. Dai test alla diagnosi precoce, tanti i progetti che verranno messi in campo: ”Amplieremo fino ai 18 mesi di età gli studi sul pianto ed il movimento dei bambini come ‘segni’ precursori della malattia ed avvieremo in tutta Italia – afferma Scattone – un piano per lo screening precoce con i pediatri, che compileranno dei questionari ad hoc e, in caso di positività, indirizzeranno il bambino e la sua famiglia verso un centro nazionale di riferimento Nida, l’Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico ‘Medea’ di Bosisio Parini, Lecco”. 
Ma l’obiettivo è anche dare nuovo ‘vigore’ alla ricerca, per mettere a punto protocolli per l’identificazione di marcatori biologici precoci della malattia. L’Iss, inoltre, ha appena avviato il reclutamento di un centinaio di donne in gravidanza: ”Studieremo i movimenti fetali – spiega la specialista – e monitoreremo già in grembo i segnali collegati a questo disturbo”.