Mastoplastica Additiva, le pazienti possono vedere in anteprima il risultato di eventuale intervento – Dott. R. Ceccarino – Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica

Mastoplastica Additiva, le pazienti possono vedere in anteprima il risultato di eventuale intervento – Dott. R. Ceccarino – Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica
La valutazione del possibile cambiamento del proprio sento prima di sottoporsi ad intervento di Chirurgia Plastica Estetica, è diventato prassi per il Dott. Raffaele Ceccarino, noto chirurgo plastico, molto richiesto in virtù della tecnica chirurgica della Tumescenza Fredda, l’unica metodica chirurgica-anestesiologica a “marchio protetto da copyright” in Italia.
Da un po’ di tempo, la sua attività, si è arricchita di una novità importante, un software attraverso il quale, le pazienti possono vedere in anteprima, sul proprio corpo il risultato di eventuale intervento di Mastoplastica Additiva. Perché è così importante questa cosa?
Non credo sia indispensabile, ma sicuramente è importante dare la possibilità a chi vuole vedere l’eventuale risultato di un intervento direttamente sul proprio corpo. Avere la possibilità di scegliere se “vedersi” o “non vedersi” nella nuova “veste estetica” e decidere avendo la possibilità di vedere un risultato molto vicino a quello che ne scaturirà dall’intervento, è importante sotto l’aspetto psicologico. Non bisogna dimenticare che ogni intervento di Chirurgia Estetica trasforma il proprio corpo e spesso i risultati sono diversi da le normali aspettative delle pazienti. Avere uno strumento che “moderi” le aspettative rendendole realistiche è, sotto il profilo etico-professionale, una mano tesa verso quelle pazienti che si accingono all’intervento. Ribadisco, non è indispensabile ma è uno strumento che garantisce etica professionale verso le pazienti. Il seno è una delle parti più importanti del corpo di una donna ed intervenire chirurgicamente richiede una paziente consapevole dei cambiamenti.
Perché la Tumescenza Fredda (TF) non è utilizzata dai suoi colleghi?
Per prima cosa è necessario chiarire un aspetto: molti miei colleghi credono che la Tumescenza Fredda sia “solo” un tipo di anestesia “soft”, mentre la “mia” Tumescenza Fredda, applicata alla Mastoplastica Additiva, è una tecnica chirurgica a tutti gli effetti, messa a punto in oltre venti anni di esperienza e migliaia di interventi effettuati. Quindi, chi ne parla in modo superficiale, non è a conoscenza della tecnica chirurgica e dei numerosi vantaggi che essa porta ai pazienti operati: i tempi di recupero si dimezzano ed i dolori si avvertono solo in rari casi grazie alle ridotte perdite ematiche. L’anestesia in Tumescenza Fredda agisce come vasocostrittore ed il ridotto sanguinamento garantisce un basso rischio di infezioni post-intervento. Su internet, inoltre, ci sono alcuni miei video in cui è evidente, come i pazienti siano coscienti durante tutto l’intervento, e dopo l’intervento stesso, escono dalla sala operatoria con i loro piedi. Le dimissioni, poi, avvengono entro le due ore successive.