PORTE APERTE PER I PAZIENTI NELLA GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA MEDICINA OMEOPATICA 2016

PORTE APERTE PER I PAZIENTI NELLA GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA MEDICINA OMEOPATICA 2016

Consulti gratuiti negli studi medici e veterinari associati aperti al pubblico per una giornata dedicata alla prevenzione medica e ai corretti
stili di vita.

Lunedì 11 aprile si svolgerà “Stiamo bene… naturalmente!”, un’iniziativa promossa da A.M.I.O.T. –
Associazione Medica Italiana di Omotossicologia – su tutto il territorio nazionale nell’ambito della
Giornata Internazionale della Medicina Omeopatica. 
Per tutta la giornata gli studi medici e veterinari associati offriranno al pubblico consulti gratuiti per
sensibilizzare sull’importanza di un corretto stile di vita, illustrare le basi di una corretta prevenzione
dei mali di stagione, delle allergie, delle intossicazioni dell’organismo, dei dolori cronici o di altri malesseri,
e sulle terapie d’avanguardia per prendersi cura di sé e prevenire i disagi e le malattie, oltre a un
aggiornamento sulle ultime novità in ambito terapeutico. 
Il progetto è promosso da A.M.I.O.T. – Associazione Medica Italiana
di Omotossicologia – che beneficia del sostegno non condizionato di
GUNA, azienda leader in Italia nel settore della produzione e
distribuzione di farmaci di origine biologico-naturale. 
“Attraverso la giornata promossa da A.M.I.O.T.” – ha dichiarato
Cesare Santi, Medico Specialista in Chirurgia Vascolare e Presidente
A.M.I.O.T. – “ogni cittadino avrà la possibilità di accrescere la
propria consapevolezza nei confronti dell’efficacia che hanno le
medicine complementari nel ristabilire l’equilibrio delle naturali
funzioni di difesa dell’organismo, e dell’importanza di un salutare stile
di vita per una corretta prevenzione delle malattie”. 
A.M.I.O.T. mette a disposizione una rete di medici convenzionati
disponibili non solo a effettuare una visita gratuita per un controllo
medico, ma anche ad approfondire le conoscenze sull’offerta di terapie
d’avanguardia basate sulla medicina dei bassi dosaggi, e allineate alle
più moderne ed efficaci metodologie cliniche. 
Nella precedente edizione 2015 hanno aderito 494 studi medici e veterinari, in 92 province italiane, a
conferma dell’interesse crescente verso le medicine complementari, nel rispetto del principio di libertà di
scelta terapeutica di medici e di pazienti. Le regioni che hanno risposto in maniera più significativa in
termini di adesioni sono state Lombardia (23,5%), Lazio (15,4%), Emilia Romagna (9%), Piemonte
(7,5%), Veneto (7,4%) e Campania (6,7%), con una copertura di circa il 70% del territorio italiano, a
conferma dell’interesse crescente verso le medicine complementari, nel rispetto del principio di libertà di
scelta terapeutica di medici e di pazienti. Migliaia di persone si sono presentate negli studi medici, con
un’incidenza maggiore da parte del pubblico femminile (79%) in confronto a quello maschile (21%). Le
visite specialistiche hanno coperto diversi aree terapeutiche: dalla dermatologia alla ginecologia, dalla
pediatria alla geriatria, dalla gastroenterologia all’odontoiatria, fino anche alle visite veterinarie
dedicate ai nostri “amici” animali.
Comunicato stampa – A.M.I.O.T.