Convegno sull’Acalasia Esofagea, un successo firmato Athena

Convegno sull’Acalasia Esofagea, un successo firmato Athena

Grande affluenza al convegno dello scorso 28 gennaio. Professori Luminari della Patologia Acalasia Esofagea, come il prof. Costamagna e il Prof. Di Martino, all’ evento di Athena s.p.a.
Oltre un centinaio tra Chirurghi, Gastroenterologi, Medici di base, Psicologi e Infermieri si sono ritrovati nell’ importante convegno sull’Acalasia Esofagea recentemente svoltosi a Dragoni. Si tratta del primo evento in ambito gastroenterologico su una patologia “rara”, che si svolge in tale sede e che ha tenuto impegnati per l’intera giornata gli intervenuti.

Sintomatologia, metodi diagnostici, alternative terapeutiche sono stati i temi su cui si sono confrontati relatori di elevato livello scientifico sia nazionale che internazionale: veri e propri opinion leader nel loro ambito come il prof. Costamagna, direttore dell’U.O.C. di Endoscopia Digestiva del Gemelli di Roma, il prof. Rapaccini dell’U.C.S.C. -Policlinico Gemelli- di Roma, Il prof. Di Martino, il prof. Sarnelli dell’Università della Campania “L.Vanvitelli”. La dott.ssa Bottiglieri dell’U.O.C. di Gastroenterologia dell’Ospedale di Marcianise nonché Presidente dell’Ordine dei Medici di Caserta che ha porto anche i saluti dell’Istituzione da lei presieduta.

La presenza di illustri esperti della materia ha confermato la stretta collaborazione che la struttura intrattiene con i maggiori centri di eccellenza italiana. Si può, infatti, affermare, senza ombra di dubbio, che i relatori presenti in sala sono attualmente i maggiori esponenti italiani della patologia trattata. Per la clinica Athena è stata una grande dimostrazione di stima ed affetto dimostrata dai medici intervenuti a spiegare la materia.

Nuove opportunità
L’acalasia in quanto malattia “rara” ha un’incidenza annuale di circa 1/100.000 e un tasso di prevalenza di 1/10.000 ma il numero totale dei pazienti è in costante aumento per cui appariva opportuno incentrare il Convegno sui sintomi precoci e sulle nuove opportunità e strategie terapeutiche offerte ai pazienti a seguito dei progressi condotti nel campo delle tecnologie avanzate. Esse consentono di ridurre significativamente i rischi ed il decorso post-operatorio ripristinando per quanto possibile la funzionalità esofagea e restituendo una ragionevole qualità di vita ai pazienti..

Interessantissimo il contributo dell’ALMA (associazione di pazienti acalasici) con testimonianze personali ed una esauriente relazione ad evidenziare l’impatto sulla qualità della vita di tale patologia.

Voluto e finanziato dalla dirigenza della casa di cura ATHENA sempre attenta ai bisogni dell’utenza, organizzato dagli specialisti della sua U.O. di Gastroenterologia di Villa dei Pini, l’Evento si è svolto con la Responsabilità Scientifica del Dott. R. Iorio ed era accreditato come ECM.

 

  • Nella foto in evidenza l’intervento del Prof. Costamagna