Sanità Regione, Lamberti (Federlab), Consiglio approvi mozione Mazzali. Consentire anche a biologi specializzati di poter effettuare prelievi in Lombardia

Sanità Regione, Lamberti (Federlab), Consiglio approvi mozione Mazzali. Consentire anche a biologi specializzati di poter effettuare prelievi in Lombardia

MILANO. “La mozione della consigliera Mazzali, volta a concedere ai biologi specializzati o opportunamente formati, di poter effettuare, ai sensi della circolare Sirchia, anche nei laboratori e nei centri diagnostici abilitati della Lombardia (così come già accade nella maggior parte d’Italia) prelievi capillari e venosi, mira a colmare una discriminante che rischiava di diventare insopportabile per tanti, troppi professionisti di quella regione”. Lo dichiara, in una nota, Gennaro Lamberti, presidente di Federlab Italia, l’associazione di categoria maggiormente rappresentativa dei laboratori di analisi cliniche e dei centri poliambulatori privati accreditati con il Servizio Sanitario Nazionale (con oltre 2.000 strutture associate presenti su tutto il territorio nazionale).

“Da lungo tempo – spiega Lamberti – è stata riconosciuta alla categoria dei biologi la competenza a poter effettuare direttamente i prelievi di sangue venoso e capillare né devo essere io a ricordare come, con la recente legge Lorenzin, anche tali figure professionali siano transitate, a tutti gli effetti, nel novero dei professionisti sanitari”. Confidiamo pertanto, conclude il presidente di Federlab: “nella pronta accoglienza, da parte del Consiglio regionale lombardo, della mozione e ringraziamo la consigliera Barbara Mazzali per aver sposato la nostra battaglia”.

Leave a Reply

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e indirizzo ip collegato al suo commento e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato.
L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Medicina Channel manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

Your email address will not be published.

14 − dieci =