Covid, tamponi ai privati in Campania. Lamberti (Federlab) e Polizzi (Aspat): “Poche ore per partecipare a bando, basta potentati e scelte carbonare”

Covid, tamponi ai privati in Campania. Lamberti (Federlab) e Polizzi (Aspat): “Poche ore per partecipare a bando, basta potentati e scelte carbonare”

NAPOLI. “La Regione Campania faccia chiarezza sul bando ‘lampo’, pubblicato martedì scorso e scaduto ieri, per l’affidamento ai privati dei tamponi anti-Covid che il pubblico non riesce a ‘processare’. Serve trasparenza. Basta con questi metodi carbonari. La gente ha bisogno di capire. Non accettiamo di essere presi in giro”. Lo dichiarano, in una nota congiunta, Gennaro Lamberti, presidente di Federlab Italia (tra le principali associazioni di categoria dei laboratori di analisi cliniche e dei centri poliambulatoriali privati accreditati con il SSN) e Pier Paolo Polizzi, presidente dell’Aspat, l’Associazione della sanità privata accreditata territoriale. “Non è possibile – attaccano Lamberti e Polizzi – che dopo l’avviso…’flash’ di aprile scorso, finito, lo ricordiamo, sotto la lente della magistratura, si reiteri nuovamente quel tipo di giochetto indicendo un nuovo bando della durata di appena 24 ore. Un bando, si badi bene, pubblicato sul sito della Soresa martedì scorso e scaduto dopo appena un giorno”. “Questa cosa – aggiungono ancora i presidenti di Federlab e Aspat – non può passare sotto silenzio. Una gara indetta così, dalla sera alla mattina, rappresenta un insulto all’intelligenza. Non esistono bandi che si aprono e si chiudono dal pomeriggio alla notte”.

“Basta potentati, basta scelte settarie” insistono Lamberti e Polizzi. “A Palazzo Santa Lucia devono smetterla di scherzare col fuoco. L’urgenza, che non è di oggi, non può ammantare di legalità blitz notturni. Tre o quattro giorni sarebbero stati più che sufficienti per la pubblicizzazione di questa necessità, di sicuro una durata più funzionale rispetto al raggiungimento dell’obiettivo. Ma così non è stato e qualcuno, ora, dovrà rendere conto della modalità scelta per il bando. Se non a noi alla magistratura” concludono.

Leave a Reply

Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname e indirizzo ip collegato al suo commento e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato.
L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Medicina Channel manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.

Your email address will not be published.

17 + sedici =