ELEZIONI ORDINE MEDICI CASERTA: DENUNCIATO BOICOTTAGGIO

ELEZIONI ORDINE MEDICI CASERTA: DENUNCIATO BOICOTTAGGIO
CASERTA – Rush finale per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della provincia di Caserta. A poche ore dall’apertura dei seggi (si voterà sabato 29, domenica 30 novembre e lunedì 1 dicembre) la lista Il TuOrdine, lo schieramento che candida il dottor Domenico Papa (consigliere uscente) alla presidenza del palazzo di via Bramante, denuncia un sospetto caso di boicottaggio. “Strano a dirsi – spiega Giacomo Lupo Pulcino, uno dei candidati (è in lizza per la vicepresidenza) – ma la maggior parte del nostro materiale di propaganda, regolarmente inviato via posta privata, si è misteriosamente persa per strada. Evidentemente, qualcuno ha pensato di rovinarci la festa mettendoci i bastoni tra le ruote. Ma si è sbagliato di grosso. Non sarà certo questo a fermarci. E a fare luce sull’accaduto ci penserà il nostro ufficio legale”.
Caso a parte, la campagna elettorale procede a gonfie vele. “Siamo pronti a rivoltare l’Ordine come un calzino – tuona il leader Domenico Papa – e siamo certi di avere le carte in regola per farlo. D’altronde, sono scesi in campo con noi alcuni dei big della sanità casertana. Penso, ad esempio, al cardiologo Luigi Di Lorenzo (dirigente del Reparto di Cardiologia del presidio di Sessa Aurunca), al pediatra Domenico Perri (dirigente del Reparto di Pediatria al “Moscati” di Aversa, nonché vicepresidente nazionale della Società Italiana di Pediatria Ospedaliera). Ma anche a Pasquale Liguori (dirigente medico al “Moscati” di Aversa), Claudio Trovato (dirigente di Gastroenterologia al “Moscati” di Aversa) e Roberto Mannella (dirigente U.O.C. alla Centrale Operativa 118 Caserta). Tutti pronti a rimboccarsi le maniche per aiutarci a realizzare il nostro sogno: rafforzare non solo l’aspetto funzionale e operativo, ma anche il ruolo e l’immagine del nostro Ordine che oggi, con i suoi quasi 6.500 iscritti, rappresenta, di fatto, un istituzione di rifermento per l’intera regione”.
“Molti dei candidati della lista Il TuOrdine – spiega ancora Papa – vengono dalla provincia e dalla provincia vogliono ripartire perché siamo convinti che un Ordine, per essere realmente tale, non possa trascurare le cosiddette periferie”. E ancora, l’impegno per i “Giovani Medici”: “Siamo la lista che ne ha schierati di più: ben sei, tra cui non mancano i neo laureati per i quali abbiamo già pronto un progetto che loro stessi si sono incaricati di realizzare” conclude Papa.