KESHE: “L’ITALIA HA RICEVUTO LA NOSTRA TECNOLOGIA” – LEGGI E CONDIVIDI!

KESHE: “L’ITALIA HA RICEVUTO LA NOSTRA TECNOLOGIA” – LEGGI E CONDIVIDI!

Ti preghiamo ai fini di una maggior diffusa informazione di condividere questo post dopo la lettura. E’ diritto di tutti sapere ciò che tg e giornali non fanno sapere! 

Pubblichiamo un annuncio di M. T. Keshe direttore della Keshe Foundation:

“Secondo il principio della Fondazione Keshe di trasferire le sue tecnologie in ogni paese del mondo, siamo orgogliosi di annunciare che la nazione e il governo dell’Italia ha accettato il trasferimento di tecnologia del programma spaziale della Fondazione keshe.
Il 26/10/2012 alle 4 del pomeriggio come da pre-concordato appuntamento con i funzionari dell’ambasciata italiana a Bruxelles, in Belgio, il direttore della Fondazione Keshe MT Keshe ha consegnato ai funzionari del governo italiano, ai rappresentante scientifici addetti, tutti i brevetti completi (brevetti pubblici e nascosti) della Fondazione Keshe, il progetto del reattore spaziale, l’unità di montaggio del reattore e la progettazione della navicella spaziale.
Il trasferimento di tecnologia come con il governo della Sierra Leone è stato nel formato di dati elettronici salvati su una chiavetta USB.
Il funzionario dell’ambasciata ha immediatamente controllato il contenuto della chiavetta USB e ha confermato che i file di brevetti e i disegni schematici sono completamente sulla chiavetta USB che hanno ricevuto.
La sessione è stata video registrata e secondo il protocollo diplomatico, dato che il video è stato preso all’interno dei locali del territorio della nazione italiana, sarà archiviato e non verrà mostrato in pubblico, se non diversamente indicato dall’ambasciata italiana e dal governo.
Ora la nazione d’Italia è diventata la prima nazione in Europa che ha accettato il pieno trasferimento di tecnologia del programma spaziale della Fondazione Keshe per portare pace e prosperità alle nazioni del mondo.
Diamo il benvenuto agli scienziati e funzionari del governo italiano e alla nazione Italia per il programma spaziale Keshe Foundation.
Abbiamo offerto il nostro completo know-how e il supporto tecnico ai rappresentanti della nazione italiana presenti alla riunione, se invitano la Fondazione Keshe a visionare il corso dello sviluppo.
Come da precedenti discussioni, porteremo insieme presto tutte le nazioni ad aderire al programma spaziale in modo che potranno scambiare il know-how e le conoscenze su uguali basi e livello scientifico.
Vorremmo ringraziare tutte le persone italiane e i gruppi della comunità di internet che hanno incoraggiato il loro rappresentante del governo a partecipare alla riunione del 06/09/2012 presso il centro della Fondazione Keshe per gli ambasciatori dei governi mondiali, e ora vediamo il frutto del vostro duro lavoro.
Il trasferimento delle conoscenze non è stato effettuato su basi economiche ed è stato dato gratuitamente alla nazione Italia dalla Fondazione Keshe come abbiamo fatto con le nazioni di Iran e Sierra Leone.
Annunceremo i nomi di altre nazioni man mano che entreranno a far parte del programma spaziale nelle prossime settimane.
Diamo il benvenuto alla Nazione Italia al programma spaziale più avanzato che esista al momento, che consentirà a questa nazione di essere in grado di mettere gli uomini nello spazio prima della fine del 2013.
La Fondazione accoglie Keshe colleghi scienziati italiani a pacifici spazi aperti dell’universo e al nostro programma spaziale.
Sicuramente nelle prossime settimane e mesi la vostra nazione e la Fondazione Keshe realizzerà tecnologie di guida per la prosperità della vostra nazione e dell’umanità”
M. T. Keshe
Director of the Keshe Foundation
Ciro, l’ingegnere italiano che lavora in Germania, che ha intervistato Keshe lo scorso 24 settembre ha commentato dicendo che:
“Ho avuto la conferma che un ufficiale dell’ambasciata italiana ha ricevuto direttamente da Mr. Keshe una penna USB contenente molti file tra i quali è stato possibile identificare le applicazioni brevettate e molti disegni di parti. Mi è stato detto che i file sono attualmente in fase di revisione per l’ulteriore elaborazione e il processo decisionale.
La ringrazio molto signor Keshe”.
Tradotto da: Dioni
Taggato con