LA STAMPANTE 3D IN GRADO DI PRODURRE PILLOLE

LA STAMPANTE 3D IN GRADO DI PRODURRE PILLOLE
Le stampanti 3D si stanno facendo sempre più largo anche nel settore della salute e del benessere. Le ultime innovazioni portate da questa tecnologia sono davvero impressionanti e dopo l’orecchio artificiale elaborato nel Laboratorio di Medicina e Chirurgia Biorigenerativa del Weill Cornell Medical College di New York, una stampa di struttura ossea del volto di una vittima di un incidente motociclistico e alcune protesi facciali, alcuni ricercatori dell’University of Central Lancashire stanno sviluppando una stampante 3D capace di produrre pillole contenenti quantità precise del principio attivo che un paziente deve assumere.
 
A quanto pare la ricerca è in fase già avanzata e gli studiosi attendono solo il brevetto, Mohamed Albed Alhnan, esperto della Scuola di Farmacia e di Scienze Biomediche e coordinatore di questo studio, commenta questo dispositivo: “Grazie a questa tecnologia il sistema inventato può mettere a disposizione delle istituzioni mediche una nuova opportunità e mantenere le proprietà della forma di dosaggio regolando allo stesso tempo la dose con un semplice comando impartito tramite un software qualcosa che prima era considerato costoso e richiedeva uno staff esperto e strutture dedicate.”
Per i ricercatori fra 5 anni ospedali e strutture sanitarie potranno già disporre di questa stampante, per quanto riguarda i pazienti, per “stamparsi” i farmaci dovranno aspettare ancora 10 anni.
Taggato con