Pennelli è il nuovo direttore della Malzoni

Pennelli è il nuovo direttore della Malzoni

(Ottopagine) Clinica Malzoni, arriva il nuovo direttore sanitario. Il dottore Orazio Pennelli guiderà la clinica diretta fino a qualche settimana fa dal dottore Nicola Battista. Pennelli è stato presentato anche ai referenti sindacali ieri pomeriggio, nel corso del vertice su piano aziendale e stipendi. Ma non è l’unica novità per la struttura. Nomi nuovi per il cda dove arriva Giovanni Ricco, già direttore della Malzoni di Agropoli e che in passato ha già lavorato anche ad Avellino. «Ci sembra un segnale più che positivo che il dottore Pennelli abbia deciso di sistemarsi in clinica e non negli uffici amministrativi, proprio per avere un contatto diretto con personale e struttura – commenta Stefano Caruso Ugl -. Senza contare che ha assunto un diretto impegno nel prendere subito visione di orari e programma di lavoro, perché si limitino doppi turni e altri disagi per i lavoratori». Ma l’arrivo del nuovo Ds non è l’unica buona notizia per la struttura. 

«Si stanno valutando costi e tipologie di contratto di tutti i lavoratori a tempo determinato – spiega Caruso -. Come sindacato ci impegneremo pesche vengano assunte a tempo indeterminato e stabilizzate tutte le lavoratrici Tempor, anche le venti rimaste a casa per ora senza contratto». Il dottore Bilancio, amministratore delegato del gruppo, intanto ha illustrato lo stato della procedura di concordato preventivo assicurando la presentazione tra quindici giorni dell’80 per cento del piano industriale, chiarendo programmi e progetti su personale e organizzazione interna. «Ma la grossa novità riguarda gli stipendi con l’impegno del gruppo di saldare tra pochi giorni il venti per cento in sospeso di febbraio e si lavora anche per quello di marzo – spiega Caruso -. Ma ci auguriamo soprattutto che dalle verifiche del tavolo tecnico emerga concretamente che assumere le lavoratrici Tempor rappresenti un risparmio, così da consentire la stabilizzazione di tutte le lavoratrici. Ci auguriamo che questi sacrifici siano gli ultimi perché ogni cosa si sistemi e che i lavoratori ricevano ogni garanzia». Siep
Taggato con