CANCRO PROVOCATO DAL TRATTAMENTO AI DENTI?

CANCRO PROVOCATO DAL TRATTAMENTO AI DENTI?
È possibile che un intervento medico dentistico sia la causa di diverse malattie cardiovascolari e tumori? Per il dottor Bill Henderson, ricercatore e membro del consiglio di amministrazione della Fondazione indipendente sulla ricerca del cancro, il 90% dei malati di cancro avrebbe avuto il trattamento al canale radicolare.
Questo tipo di intervento può causare l’estrazione di un dente o il riempimento della camera di un dente devitalizzato. Nel secondo caso il dente “morto” è riempito con la cosiddetta guttaperca in modo che il sangue non possa più circolare all’interno dei tubuli che compongono il dente. Secondo Henderson così facendo si produrrebbero batteri capaci di produrre tossine in totale tranquillità, visto che a causa del riempimento sono isolati dall’esterno.
A questo punto i batteri orali potrebbero trasformarsi in organismi aggressivi ed estendersi per tutta la bocca e non solo.
 
Bill Henderson si rifà alla teoria vecchia di oltre un secolo di due dentisti, Weston Price e Douglas Cook. Secondo quest’ultimi ogni malattia degenerativa cronica è connessa al trattamento del canale radicolare: disturbi cardiaci, artirti, tumori, patologie neurologiche e così via fino al cancro.
Henderson sull’argomento ha scritto il libro Cancer Free ma è giusto anche dire che questo libro è stato criticato da altri specialisti che non concordano con un simile collegamento e negano le tesi affermate nel testo. 
Taggato con